Maglificio Matisse

Lavorazioni

Prima di iniziare una produzione, il Maglifico Matisse, mette a disposizione ai stilisti
dei clienti i propri programmatori, che riescono sempre a realizzare ciò che viene loro
proposto solo su carta. Una volta eseguito il campione o i campioni richiesti, si
scelgono quelli da portare in produzione e così inizia il ciclo sopra descritto.
Le macchine a disposizione vanno dalla finezza (sottigliezza) 3 alla finezza 18
percorrendo tutte le finezze intermedie senza esclusione alcuna
(3/5/8/8x/12/12x/14/15x/18).
Nelle finezze 3 e 5 si producono giubbini in maglia , che poi , passando per la
confezione possono essere imbottiti o foderati, nonché la lavorazione di diversi punti
particolari quali: punto canestro,punto pannocchia, treccia etc…
Nella finezza 8, si aggiungono le lavorazioni ad intarsio fino a 32 guidafili (tipo
ballantyne), oltre a n. 2 macchine sempre in finezza 8 per la tessitura del capo
integrale.

Le lavorazioni si ripetono ma cambia la finezza del capo, aumentando la finezza (
sottigliezza) il capo diventa più pregiato e costoso.
In finezza 12 vi sono n. 13 macchine per la tessitura di teli, sia intarsio che normali , e
n. 6 macchine per la tessitura del capo integrale.
Nella finezza 14 sono presenti n. 9 macchine per la tessitura di teli sempre intarsio
e/o normali; nella 15 vi sono n. 5 macchine per la tessitura del capo integrale.
Ed infine, dispone di n. 3 macchine in finezza 18, da cui escono i capi più pregiati.
Le ultime arrivate tra il parco macchine e per questo le più innovative sono le
MACH2, una macchina a capo integrale con una velocità superiore del 40% rispetto
alle altre a capo completo ed in grado di lavorare capi in finezze diverse ovvero
finezza 12 e finezza 15.
Come anticipato, vi sono macchine per la realizzazione di guanti e cappelli come le
piccole SWG41 in tre finezze 15-10-7 e una SWG91, più lunga che offre la
possibilità di tessere sia teli che capi integrali da bambino.